Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

La funzione "Windows XP Mode" in Windows 7

venerdì 19 marzo 2010


Windows XP è stato, e lo è tutt’ora per molti, il “Dinosauro” di casa Microsoft sostituito, poi, dal tanto contestato e odiato Vista per arrivare, infine, all’ultimo Windows 7 il quale sembra essere un ottimo e stabile sistema operativo paragonabile a Windows XP.
Tutti noi abbiamo, sicuramente, diversi programmi che non sono ancora compatibili con Windows 7 ma che giravano senza problemi su Windows XP. Come fare, allora, per continuare ad utilizzarli?
La funzione Windows XP Mode ci aiuta.



Windows XP Mode è un’ottima utility, sviluppata da Microsoft, che sprona tutte quelle persone che utilizzano ancora Windows XP ad effettuare il “grande salto” a Windows 7 il quale, però, potrebbe presentare problemi di compatibilità con delle applicazione utilizzate sul precedente sistema operativo e, quindi, inutilizzabili.

Il programma è scaricabile gratuitamente dal sito Microsoft ed ha come target gli utilizzatori di Windows 7 Professional o superiore (con architettura a 32 e 64 bit).

Fino ad oggi, però, vi era un “limitazione” a questo software: difatti il requisito essenziale, per poterlo fare “girare” correttamente, era quello che la CPU supportasse un set di istruzioni conosciute come AMD-V e/o Intel VT. Senza queste caratteristiche la modalità XP non poteva essere utilizzata.

Microsoft, tramite questo messaggio ha reso noto di aver reso disponibile una nuova versione di Windows XP Mode in grado di funzionare anche senza i requisiti sopra scritti.
E’ possibile, quindi, installare tale software su qualsiasi computer che abbia le seguenti caratteristiche:
  • S.O.: Windows 7 Professional o superiore
  • CPU: almeno 1 GHz
  • RAM: 2 GB (per sistemi a 32 bit)
  • RAM: 3 GB (per sistemi a 64 bit)
  • Spazio su disco: 15 GB

Windows XP Mode

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek