Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Rainbow

domenica 6 marzo 2011


Gruppo storico, inglese, fondato da Ritchie Blackmore nel 1974. Il sound è una fusione tra Hard Rock, Heavy Metal e musica classica coronato da testi magico/epici che, da sempre, hanno contraddistinto la band portando i maggiori gruppi contemporanei di Progressive Metal ad ispirarsi a loro.


Nel 1975 esce il primo album “Ritchie Blackmore's Rainbow” che ottiene ottimi risultati sia a livello di pubblico che di critiche.

Tracce come “Catch the Rainbow” e “The Temple of the King” esaltano la voce di Ronnie James Dio mentre, il potente riff di “Man on the Silver Mountain”, dimostra la tecnica e le doti di Ritchie Blackmore.

“Rising”, pubblicato nel 1976, è considerato da molti come il miglior lavoro del gruppo e raggiunge l’undicesima posizione nelle classifiche inglesi.






Due anni dopo esce un altro ottimo album, “Long Live Rock 'n' Roll” che contiene tracce eccellenti quali “Gates of Babylon” nonchè “Kill the King”.

Tra tutti i brani, però, uno in particolare viene considerato il migliore; si tratta della bellissima “Rainbow Eyes”, una ballata acustica accompagnata da violini che esalta il lato più dolce e melodico del grande Ronnie James Dio.






Tra il 1981 ed il 1983 vengono pubblicati tre album: “Difficult to Cure”, “Straight Between the Eyes” e “Bent Out of Shape”.

“Stranger in Us All” esce nel 1995 seguito da un tour mondiale alla fine del quale, Ritchie Blackmore, decide di dedicarsi al progetto Blackmore's Night.



Ritchie Blackmore's Rainbow (1975)

Man on the Silver Mountain
Self Portrait
Black Sheep of the Family
Catch the Rainbow
Snake Charmer
The Temple of the King
If You Don't Like Rock 'n' Roll
Sixteenth Century Greensleeves
Still I'm Sad

PLAY IT VERY LOUD!!!!

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek