Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Anonymous: sito down con attacco DDoS per Agcom.it

mercoledì 29 giugno 2011


Premetto che questo post è molto importante ed è da leggere con molta attenzione.

Probabilmente, chi avrà visto il banner nella sidebar “NO ALLA CENSURA”, si sarà chiesto il motivo per cui è stato inserito. La risposta è molto semplice: informare TUTTI il più possibile per cercare di opporsi al "decreto Romani". La crew di Anonymous sta già lottando per lo stesso fine… Adesso è il turno dei Blogger!



Il “decreto Romani” è un decreto legislativo che prevede la possibilità, da parte di Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), di oscurare tutti quei siti e quei blog su cui vengono pubblicati contenuti “sospettati” di infrangere il copyright il tutto, però, senza coinvolgere l’Organo Giudiziario.

Una vera e propria CENSURA che rischia di far precipitare la Rete italiana ai livelli di quella cinese per quanto riguarda la libertà di espressione!

Potete leggere un paio di articoli in merito su questa pagina e su quest’altra pagina.

Il decreto sarà approvato tra pochi giorni: il 6 Luglio 2011!

Ed è per questo che, Anonymous, prosegue nella lotta contro le Istituzioni Governative nel nome di “Internet Freedom”, frase citata nella pagina di Twitter @anonitaly.


Ieri, il team, sfruttando l’attacco DDoS (Distributed Denial of Service) a causato non pochi problemi al sito Agcom.it a partire dalle 12:00 fino alle 16:00 periodo in cui è stato completamente oscurato con l’impossibilità di raggiungerlo fino alle 18:30 circa.

Se avete un blog, un sito, un account su Facebook o Twitter diffondete questo post, spargete la voce, condividete! Non lasciamo morire Internet!

INTERNET LIBERO!
INTERNET FREEDOM!

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

4 commenti:

  1. SARà FATTO mR.B

    SPIN

    RispondiElimina
  2. Se servisse aiuto farò il possibile. Saremo noi a censurare loro.
    INTERNET LIBERO!!!

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek