Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Guida a Tonido: come installare un server “cloud” personale

mercoledì 17 agosto 2011



La tecnologia “cloud” permette di accedere ai propri dati ovunque ed in qualsiasi momento. Tonido è un software gratuito e multipiattaforma, disponibile in versione standard e portable, che permette da remoto di accedere, visualizzare e scaricare i files presenti nel nostro disco fisso.


Download
Colleghiamoci innanzitutto a questa pagina prestando attenzione a scaricare il software client compatibile con il nostro sistema operativo. Il produttore per Windows mette a disposizione anche la versione portable che, personalmente, ho scelto per la prova.

Primo avvio
Terminato il download, a seconda della scelta effettuata, lanciamo il file di setup oppure avviamo l’eseguibile “tonido.exe”; verremo reindirizzati in modo automatico alla pagina al fine di effettuare la registrazione del nostro account.


Inseriamo i dati richiesti prestando attenzione a selezionare una password forte contenente anche numeri e clicchiamo, al termine, sul pulsante “Create”.

In pochi istanti arriverà una mail che conterrà l’URL del nostro server “cloud” a cui collegarsi per iniziare a condividere le risorse quali foto, video, musica, programmi e dati.

Collegamento al server “cloud”
E’ importante ricordare che, prima di collegarsi al server “cloud”, è necessario avviare in il client “tonido.exe” in quanto, tale file, apre la comunicazione tra computer e server. Al contrario, non avviando l’eseguibile, non avremo la possibilità di collegarci.


Cliccando con il pulsante destro del mouse sull’icona presente nella system-tray, è possibile scegliere se far partire il client allo startup di Windows o meno.



In questo caso ho preferito optare per l’avvio manuale onde evitare inutile sprechi di risorse anche se minime.

Da notare inoltre che, per aver accesso ai dati da remoto, il computer deve necessariamente essere acceso ed il file client in esecuzione per il motivo precedentemente spiegato.

Panoramica dell’interfaccia
Entrando nel nostro account ci accorgeremo che l’interfaccia è assolutamente semplice nella gestione e “user-friendly”.


La sezione sinistra visualizza le risorse del nostro computer. Cliccando sul link “My Computer”, infatti, avremo la possibilità di navigare nel nostro disco fisso selezionando, e quindi condividendo, i files e/o le cartelle da cui sarà possibile scaricarne i vari contenuti.

I dati possono essere resi pubblici o privati.

Se resi pubblici, tutte le persone a cui verrà fornito il link, avranno la possibilità di visualizzarne il contenuto ed eseguirne i vari download disponibili. Al contrario, rendendoli privati, dovremo attribuire delle credenziali e comunicarle alla persona che desideriamo abbia accesso ai dati.


Cliccando sul link “My Shared Files” troveremo, invece, le cartelle ed i files che abbiamo reso disponibili e sarà possibile modificare o eliminare la condivisione.

Connessione attraverso smartphone


Il servizio offre inoltre la possibilità di connettersi al proprio account anche tramite smartphone semplicemente scaricando ed installando l’applicazione dedicata ai telefoni Android, iPhone, BlackBerry e Windows Phone che trovate collegandovi a questa pagina.

Conclusioni
Il servizio si rivela essere molto valido, semplicissimo e veloce nell’utilizzo per avere a disposizione files, programmi o cartelle che potrebbero servirci quando siamo fuori casa. Unico “difetto” è che il protocollo relativo alla connessione non è cifrato (HTTPS). E’ comunque sufficiente evitare di fornire i vari link di condivisione agli estranei per aggirare il problema.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

12 commenti:

  1. Che bello, c'è anche per Ubuntu, devo provarlo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anna.
    Si, è fenomenale! Funziona alla grande ed è utilissimo...

    RispondiElimina
  3. a me non fuziona

    RispondiElimina
  4. Non basta accendere il PC per potere comunicare tra tablet/PC ma rispetto appena istallato ora devo prima collegarmi al mio account tonido per poter comunicare è cambiato qualcosa o è un mio problema di configurazione?

    RispondiElimina
  5. Una domanda: appena ho istallato tonido bastava che il PC era accesso riuscivo a comunicare con il mio smarfon ora invece devo prima collegarmi al mio account tonido per poter comunicare pc/start è così o qualche problema di configurazione sul pc

    RispondiElimina
  6. Al fine di condividere i dati devi per forza essere collegato a Tonido.

    RispondiElimina
  7. Vero quello che dici..io ho istallato tonido sia sul pc che su tablet ripeto prima bastava che il PC era acceso per poter comunicare da tablet invece per un certo periodo non bastava che fosse solo acceso dovevo per forza lanciare app da pc e poi riuscivo a comunicare da tab. Stranamente adesso è ritornato come all'orgine accendo pc senza lanciare app e comunico

    RispondiElimina
  8. Forse gli sviluppatori hanno fatto una sorta di "downgrade" del prodotto in quanto, per loro, la gesione può essere migliore...

    RispondiElimina
  9. Ok grazie comunque è fantastica questa app

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek