Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Encoding Decoding Free: criptare e decriptare i files in un click

giovedì 22 dicembre 2011

Encoding Decoding Free è un ottimo software tutto “made in Italy”, gratuito, disponibile nella versione standard e portable che permette di criptare e decriptare i files contenenti dati privati in pochi click e in maniera assolutamente semplice e veloce.



Lanciando l’eseguibile troviamo tre icone posizionate in un'interfaccia grafica “user-friendly”.

Per abilitare una codifica più sicura è sufficiente inserire un flag nel check-box “Codifica Ultra”. Al fine di criptare un file basta cliccare sull’icona a forma di cartella, identificata in alto a sinistra e selezionarlo cliccando su “Apri”.

Nella finestra che verrà aperta dovremo inserire la password cliccando, per terminare, sul pulsante “OK”. Il file criptato verrà salvato nella stessa directory del file originale; dovremo quindi ricordare di eliminarlo terminato il procedimento.

Per decriptare il file è sufficiente cliccare due volte sul file criptato, inserire la password impostata in precedenza e cliccare sul pulsante “OK”.

Ottima, inoltre, l’integrazione delle funzionalità “Codifica/Decodifica”, inserite nel menu contestuale di Windows, per eseguire la procedura in veloce un click.

Attenzione: se si dimentica la password non sarà più possibile recuperare i files protetti.

Compatibile con Windows XP/Vista/7

Encoding Decoding Free

Encoding Decoding Free portable

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

4 commenti:

  1. Che algortimo usa?

    RispondiElimina
  2. @Anonimo
    L'algoritmo non è menzionato nel sito ufficiale (avevo già scritto al produttore una mail con la richiesta). Ritengo comunque che vengano utilizzati gli algoritmi AES Rijndael oppure Twofish a 256 bit.

    RispondiElimina
  3. @Anonimo
    Di seguito "copio ed incollo" la risposta del produttore in merito all'algoritmo richiesto:

    "Il nostro software sfrutta un algoritmo di crittografia di nostra invenzione molto simile a quello asimmetrico con chiave pubblica e chiave privata. La chiave pubblica è inserita direttamente all'interno del programma e ovviamente tanto "pubblica" non è.
    Di per sé il programma, non dando il classico messaggio d'errore quando si sbaglia la password privata, evita l'attacco brute force apportato da numerosi programmi hacker, anche se questi ultimi riusciscero a scoprire una delle due chiavi "pubbliche" (due perché nella codifica ULTRA il programma effettua la codifica con due distinte chiavi).
    Per risalire alle chiavi l'unico modo sarebbe quello manuale con verifica visiva del contenuto del file decodificato. Cosa impensabile da fare!"

    RispondiElimina
  4. Dalla versione 3.0.0 in poi oltre ai tre tipi di codifica proprietarie, è stata aggiunta la codifica AES a 128, 192 e 256 bit.

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek