Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Guida ad eseguire il root su Samsung Galaxy S II

mercoledì 11 gennaio 2012

E' da quando ho acquistato il Galaxy S II che stavo pensando di eseguire il rooting del telefono per poter eliminare, definitivamente, tutto quel bloatware che i carrier installano e che non serve assolutamente a nulla se non a diminuire le prestazioni e la durata della batteria. Ecco quindi una guida su come diventare SuperUser del telefono.


Attenzione!
Il procedimento ANNULLA completamente la garanzia del telefono quindi, prima di eseguire l’operazione, pensateci molto bene e capite se ne avete davvero la necessità.

Il blog di Benzene 4 Ever non si assume alcuna responsabilità qualora il telefono venga reso inutilizzabile o venga danneggiato dalla procedura.

Consiglio di leggere attentamente il regolamento del blog prima di continuare.

Premessa
Ho eseguito il root sul mio Samsung Galaxy S II con sistema operativo Gingerbread 2.3.5. Il software è utilizzabile per le versioni 2.3.3, 2.3.4 nonchè 2.3.5.

Easy Rooting Toolkit è un tool sviluppato dai ragazzi del forum xda, che sfrutta l'exploit zergRush di ieftm al fine di ottenere i permessi di SuperUser senza la necessità di dover installare alcun kernel modificato.

Diventare SuperUser porta molti vantaggi.
Oltre ad avere la facoltà di disinstallare tutto quel software inutile preinstallato nella memoria del telefono dai vari gestori offre anche la possibilità di installare il firewall DroidWall, al fine di bloccare eventuali connessioni indesiderate in uscita, l’ottimo Titanium Backup e molte altre utilissime applicazioni.

Procedura di ROOT
Assicuratevi che sul computer siano presenti i driver USB del telefono (basta che Samsung Kies sia installato) ed eseguite un backup, per precauzione, di tutto quello che avete nel dispositivo.

Scaricate ora Easy Rooting Toolkit ed estraetene il contenuto sul Desktop.

Terminati questi due primi step è necessario attivare nel telefono il “Debug USB” (menu Impostazioni/Applicazioni/Sviluppo) e le “Sorgenti sconosciute” (menu Impostazioni/Applicazioni).

Collegate, tramite il cavo USB, il telefono al computer ed attendete che venga riconosciuto (potete verificare la presenza delle memorie di massa tramite "Computer" oppure "Esplora Risorse").

Aprite la cartella Easy Rooting Toolkit, precedentemente decompressa, ed avviate il file “runme.bat”.

Comparirà una schermata come quella del "Prompt" di sistema.

Premete il tasto invio per iniziare la procedura.

Nella finestra vedrete scorrere i vari log delle operazioni eseguite (ogni tanto si ferma per circa 40 secondi e poi riprende la procedura).

Terminata l’operazione (impiegherà dai 5 ai 10 minuti) apparirà la scritta “ALL DONE”.

Dovrete premere nuovamente il tasto invio ed il telefono verrà riavviato automaticamente.

A questo punto il root sarà eseguito e sarete SuperUser (potrete trovare l’icona nel menu delle applicazioni).

Procedura di UNROOT
E’ possibile eseguire anche la procedura inversa (non l’ho testata) per “ripristinare” il telefono.

Attenzione!
Tale procedura non “ripristina” la garanzia del telefono in quanto, presumo, vengano lasciate diverse tracce dell’operazione di rooting.

Con il telefono collegato tramite il cavetto USB al computer eseguite il file “runme-UNROOT.bat” per visualizzare una finestra come quella del "Prompt" di sistema.

Premete il tasto invio.

A questo punto, sul telefono, compariranno delle richieste da parte di SuperUser e sarà necessario rispondere in modo positivo per continuare.

In qualche istante la procedura di unrooting verrà terminata ed il telefono verrà riavviato.

Premete il tasto invio per chiudere la finestra del tool e l’icona di SuperUser non sarà più presente nel menu applicazioni.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

2 commenti:

  1. Cosa ne pensi del telefono col root eseguito? Io l'ho comprato da poco, vorrei eseguirlo perché comunque mi ritrovo con un sacco di applicazioni inutili che nemmeno uso (e che secondo me rallentano un po' il cellulare, lo fanno scaricare prima e quant'altro... tutti aspetti negativi insomma) e vorrei fare un po' di pulizia, però l'ho anche acquistato da poco e perciò non vorrei fare danni. Non tanto nella procedura, perché alla fine basta fare tutto passo per passo, però una volta rootato il telefono come va? Meglio? Può dare qualche tipo di problema? Sono un po' indeciso

    RispondiElimina
  2. @Stefano
    Eseguendo il root riesci a fare diverse cose come, ad esempio, installare una rom cucinata oppure eliminare tutti quei programmi (bloatware) che i gestori installano.
    Per quanto riguarda il miglioramento: si. Noti una performance migliorata sia a livello di batteria che di risorse. Devi comunque essere consapevole che, eseguendo il root, invalidi la garanzia e c'è una possibilità di brickare il telefono. Quindi devi capire se effettivamente ne puoi avere bisogno o meno.

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek