Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Megaupload, Megavideo e Megaporn: server down e arrestato il fondatore

venerdì 20 gennaio 2012

Il fondatore dei famosissimi siti Megaupload e Megavideo, Kim Dotcom (alias Kim Schmitz), è stato arrestato insieme ad altri collaboratori dall'FBI con l’accusa di streaming e condivisione illecita. Chiusi definitivamente i portali.



Il comunicato, diramato dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, è molto chiaro: la diffusione sproporzionata di materiale soggetto a diritti d’autore, il mancato profitto dei detentori del copyright stimato in più di 500.000.000 di Dollari nonchè i proventi illeciti, hanno segnato la fine dei tre famosissimi siti portando all’arresto del fondatore.

Nella lista degli indagati e arrestati troviamo anche il “Chief Marketing Officer” Finn Batato, il “Graphic Designer” Julius Bencko ed il co-fondatore nonché “Chief Technical Officer” Mathias Ortmann.

A Kim Dotcom e “colleghi” inoltre, da quanto riportato, sono stati sequestrati circa 8.000.000 di Dollari in contanti, fucili, diverse auto di lusso nonchè opere d'arte per un totale complessivo di circa 5.000.000 di Dollari.

Tutte queste persone rischiano fino ad un massimo di 20 anni di reclusione per estorsioni e riciclaggio di denaro nonchè 5 anni per infrazione ai diritti d’autore; le accuse, però, potrebbero diventare ancora più pesanti.

Non si sono fatte attendere le reazioni di Anonymous che ha annunciato l'operazione “#OpMegaUpload” tramite un tweet. Il messaggio “TANGO DOWN!” (sinonimo di obiettivo colpito), quindi, ha segnalato l’offline dei siti Universalmusic, RIAA e Justice.gov.

Sebbene non mancano le alternative, l’FBI, ha inferto un colpo molto duro a tutti quei navigatori abituati ormai ad utilizzare i due siti per condividere e guardare film gratuitamente.

In queste ultime ore, infine, è apparsa una nuova pagina di Megaupload riportante la scritta:
Non abbiamo alcun nome di dominio per ora ma solo questo indirizzo IP (http://109.236.83.66). Attenzione ai siti di phishing. Questo è il nuovo sito Megaupload, stiamo lavorando per tornare a pieno regime. Segnate nei Preferiti il sito e condividete il nuovo indirizzo su Facebook e Twitter”.

Attenzione perché potrebbe con molta probabilità rivelarsi una grande frode in quanto, eseguendo un semplice “ping”, l’indirizzo IP punta al sito olandese customer.worldstream.nl.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek