Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

MegaUpload: Kim Dotcom picchiato in carcere

martedì 7 febbraio 2012

Il Founder di MegaUpload sarebbe stato picchiato in modo brutale in carcere dagli agenti federali e qualcuno gli avrebbe proposto la possibilità di uscire dalla prigione in cambio di denaro anche se, l'Alta Corte neozelandese, nega ancora la libertà provvisoria.



Picchiato selvaggiamente con le mani e il viso sanguinanti sul pavimento di una camera di massima sicurezza. Questo è quanto raccontato da Kim Dotcom al Giudice neozelandese.

Sembra infatti che gli agenti federali abbiano picchiato a sangue l’ex boss di MegaUpload e che, alcuni compagni di cella, abbiano poi finito il “lavoro”.



Nella storia spunta, inoltre, una persona misteriosa che gli avrebbe proposto di farlo uscire in cambio di denaro; l’offerta è stata prontamente rifiutata da Dotcom in quanto desideroso di ottenerla esclusivamente attraverso vie legali.

Intanto, le autorità di Hong Kong, hanno annunciato l'istituzione di un centro investigativo al fine di contrastare le condivisioni illecite come avviene per quei portali simili a MegaUpload. Moltissimi server di siti di file hosting, infatti, sono ubicati nella metropoli cinese.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

3 commenti:

  1. Hong Kong credo si trovi in Cina,In giappone dovrebbe esserci Tokio.

    RispondiElimina
  2. C'è un refuso, Hong Kong è in Cina, non in Giappone. Articolo come sempre interessante. Approfitto per farti i complimenti per il lavoro che quotidianamente svolgi. Saluti da Alessandro.

    RispondiElimina
  3. @Marco
    @Alessandro
    Azz.... I neuroni reclamano ferie... LOL!
    Grazie. Corretto.

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek