Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Tribler: un client P2P a prova di “server down” impossibile da abbattere

giovedì 16 febbraio 2012

Dopo la chiusura di Megaupload, Filesonic e BTjunkie gli sviluppatori si sono messi all’opera ed hanno tirato fuori dal “cilindro” terminati diversi anni di test un software degno di nota, decisamente innovativo e compatibile con Windows, Linux e Mac: Tribler.



Si tratta di una variante del noto BitTorrent ma progettato per rimanere online anche qualora vi fossero attacchi da parte di enti governativi oppure organizzazioni antipirateria.

Nel momento in cui si esegue una ricerca con Tribler infatti, i risultati visualizzati, sono quelli messi a disposizione dagli utilizzatori del client P2P e non dai vari server come, invece, succede per altri software.

Per il momento, il programma, ha poche migliaia di utenti ed è alla ricerca di volontari che agiscano come “Superpeer” al fine di distribuire e divulgare sempre più le liste di download.

Cliccando sul link “Settings” è possibile accedere alle opzioni che permettono di attivare e disattivare il filtro famiglia, di selezionare la cartella in cui eseguire i download, di impostare il nickname, di selezionare e testare le porte ed altro ancora.

Sicuramente un client P2P innovativo da provare e tenere sott’occhio.

Compatibile con Windows XP/Vista/7

Tribler

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek