Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Smilla Enlarger: aumentare le dimensioni delle immagini mantenendone la qualità

venerdì 23 marzo 2012

Vi è mai successo di trovare una bella immagine da inserire come wallpaper ma impossibile da applicare in quanto troppo piccola? Smilla Enlarger è un programma, gratuito e portable, che consente di ingrandire le immagini mantenendone la qualità quasi intatta.



Iniziamo scaricando il programma, estraendolo dall’archivio compresso ed avviandolo.

Per ridimensionare l’immagine è possibile trascinarla con il mouse all’interno della finestra del programma oppure cliccare sul pulsante “Open...” e selezionandola.

Terminato questo primo step è necessario impostare l’altezza dell’immagine finale agendo sulla voce “Output Height” ed inserendo il valore desiderato.

Per default, il programma, salva la nuova immagine nella stessa cartella da cui è stata caricata ma è sempre possibile modificare il percorso togliendo il flag dal check-box “Use Source Folder” ed impostando quello desiderato cliccando sul pulsante “Change Folder”.

E’ possibile aumentare le dimensioni dell’immagine utilizzando le impostazioni di default del software, identificate alla voce “Enlarger Parameter”, oppure selezionare tra “sharp”, “painted” nonchè “sharp and noisy”.

Il programma offre inoltre la possibilità di visualizzare un’anteprima del risultato cliccando sul pulsante “Preview!”.

Infine, cliccando sul pulsante “Allow Changes”, il software consente la modifica di diversi parametri che regolano la definizione dei contorni. Agendo sugli slider è possibile quindi intervenire sulla sfocatura, sul rumore digitale, sul rilievo nonchè sulla nitidezza.

Per applicare le modifiche e salvare l’immagine finale è sufficiente cliccare sul pulsante “Enlarge & Save”.

Smilla Enlarger

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek