Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

LinkedIn: 6 milioni di password rubate e messe online. Problemi anche con l’app di iOS

giovedì 7 giugno 2012

LinkedIn, il noto social network professionale, finisce nei guai per essersi fatto rubare da un Cracker più di 6 milioni di password dei propri utenti. Inoltre, come se non bastasse, l’applicazione sviluppata per iOS legge informazioni riservate senza permesso.


La pubblicazione online, avvenuta su un sito russo da parte di un Cracker dall’identità ancora sconosciuta, contiene di più di 6 milioni di password degli utenti del social network.

Le password non sono abbinate ai corrispondenti username e non sono state pubblicate in chiaro ma crittografate con hashing SHA-1. Secondo indiscrezioni, però, più della metà di queste sono state già decriptate.

LinkedIn ha comunicato di essersi già attivata su tutti i fronti per verificare quanto accaduto e consiglia, a tutti gli utenti, di modificare le credenziali di accesso il prima possibile.

Se siete titolari di un account del social network, e volete verificare se la password è stata compromessa, potete collegarvi al link che trovate a fine post e testarne lo stato inserendola.

Dei ricercatori di sicurezza, inoltre, hanno scoperto che l'applicazione LinkedIn, sviluppata per iPhone ed iPad, legge le informazioni private senza averne il consenso presenti nel calendario nel momento in cui si effettua la sincronizzazione.

LinkedIn dovrà, a questo punto, difendersi da numerose critiche nonché attivarsi nel più breve tempo possibile al fine di modificare l’applicazione.

LastPass

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek