Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

SpyBot Search and Destroy si aggiorna alla versione 2.0 dopo 3 anni di “silenzio”

venerdì 23 novembre 2012

SpyBot Search and Destroy è un software dedicato alla sicurezza tra i più rinomati. Per chi non lo conosce è un anti-spyware in grado di bloccare l'accesso a siti ritenuti pericolosi, di eseguire una “immunizzazione” a livello del sistema operativo nonché di identificare malware, spyware, adware e cookie traccianti. Dopo 3 anni di “fermo” è stata rilasciata una nuova release, rivista ed aggiornata: la 2.0.


Terminata l’installazione è necessario aggiornare le definizioni antivirali ed effettuare una prima scansione al fine di identificare eventuali adware, spyware, malware o cookie traccianti presenti nel disco fisso.

Lo strumento di immunizzazione, da utilizzare a discrezione dell’utilizzatore, previene la possibile installazione di elementi dannosi a livello di sistema operativo nonché a livello di navigazione.

Tale procedura aggiunge delle voci al file host impedendo così al browser di aprire i siti considerati pericolosi o non sicuri.

Da notare che, se si desidera navigare nei siti bloccati dall’immunizzazione, è necessario provvedere alla loro cancellazione editando manualmente il file host e molto probabilmente, tale operazione per i meno “smanettoni”, può risultare complicata.

Dallo “Start Center”, selezionando la "Modalità per utenti esperti", è possibile avviare il nuovo tool che consente di eseguire una scansione per verificare la presenza di eventuali rootkit nel disco fisso.

Altre utility integrate nel software sono il ripristino del sistema, la gestione dei processi al boot del sistema operativo, il “Tritatutto” per eliminare in maniera sicura i files, il “TeaTimer” che verifica i processi avviati o richiamati durante l’utilizzo del computer ed altre minori. SpyBot Search and Destroy 2.0, infine, rimane in esecuzione in background con alcuni processi non necessari per il suo corretto funzionamento.

Dalle impostazioni del programma, comunque, è sempre possibile modificare i settaggi in modo che non vengano avviati al boot.

SpyBot Search and Destroy 2.0

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

3 commenti:

  1. Pur continuando ad essere una delle migliori risorse contro sprywares e malwares, ora è un vero e proprio bloatware...Da installare con molta cautela e senza fretta.

    RispondiElimina
  2. Meglio la versione "portable" ripulita http://portableapps.com/news/2012-11-22--spybot-portable-2.0.12-released
    Ed è un consiglio, quello delle versioni standalone, che ha una valenza generale: sarebbero sempre da preferire, se si vuole mantenere il sistema pulito e performante.

    RispondiElimina
  3. @mgy
    Diciamo che contiene diversi tool che, nella versione gratuita, sono inutilizzabili. Per quanto riguarda la versione portable ottima dritta. Questa era proprio sfuggita! ;-)

    RispondiElimina

L'archivio di TechnoGeek