Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Mega: il Mega-ritorno di Kim Dotcom e il video della festa

martedì 22 gennaio 2013

Un milione di iscritti in pochi giorni. Come promesso, ad un anno esatto dal raid statunitense, Kim Dotcom assapora la vittoria e la tanto attesa vendetta celebrando il nuovo portale Mega.


A poco più di 24 ore dal via, Mega, ha già superato il milione di utenti iscritti ma forse un po’ troppo velocemente.

Dichiara Dotcom: “Non ho mai visto una cosa del genere. L'utilizzo della banda è salito da zero a dieci Gigabit in dieci minuti”.

Già arrivato a quota 250.000 registrazioni però, i server, hanno fatto tilt e il dominio è rimasto irraggiungibile per diverse ore come fosse stato sotto attacco DDoS.

Continua il Founder: “Da un punto di vista legale, è probabilmente la Startup più studiata e analizzata della storia di Internet”.

 

Mega offre 50 Gb di storage gratuito e sfida anche colossi come Dropbox e SkyDrive che si limitano ad offrire 2 e 7 Gb per gli utenti free.

Gli utenti avranno l’obbligo di cifrare tutti i contenuti caricati online e potranno condividere la chiave per aprire i propri files.

Ma il dettaglio fondamentale è che nessuno, ai vertici di Mega, sarà in possesso delle chiavi per sbloccare i contenuti. In questo modo, il cyberlocker, evita qualsiasi forma di responsabilità diretta.

Spiega l’avvocato Guido Scorza: “E’ la Privacy e la segretezza delle comunicazioni interpersonali, probabilmente, l'asso nella larga manica di Kim Dotcom. Gli utenti di Mega caricheranno online contenuti crittografati e li condivideranno in maniera protetta con la cerchia di persone (non ha importanza quanto ampia) con la quale sceglieranno di condividerli. Chiunque voglia verificare se e quali contenuti vengano condivisi sulla nuova Mega piattaforma, dovrà dunque accedere a comunicazioni riservate e crittografate, rischiando di violare, ogni volta, la Privacy degli utenti”.

Per concludere Dotcom dichiara: “Siamo ancora qui e respiriamo ancora. Considerate cosa ci è successo giusto un anno fa. Questo è un evento che nessuno si sarebbe mai aspettato”.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek