Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

CCEnhancer: potenziare CCleaner per pulire ancora più a fondo il disco fisso

sabato 4 maggio 2013

CCleaner è senza dubbio il programma per eccellenza che consente di cancellare files inutili quali cache, cronologie varie, log, preferenze di navigazione, files e moltissimo altro ancora che, con il passare del tempo, diventano di dimensioni sempre maggiori occupando spazio prezioso nel disco fisso. Il software però supporta un numero di programmi relativamente basso che potrebbero non essere sufficienti a ripulire completamente il computer.



CCEnhancer aggiunge tantissimi nuovi software a CCleaner aumentando, in questo modo, le potenzialità di pulizia del programma.

Finito il downlaod di CCEnhancer è sufficiente avviarlo come Amministratore, modificare la lingua italiana spostandosi su Settings/Language e cliccare sul pulsante “Scarica l’ultima versione” al fine di eseguire il download nonché l’installazione automatica di tutte le voci dei software che andranno a migliorare le capacità di pulizia di CCleaner.

Terminata la procedura, spostandosi nella scheda dedicata alle “Applicazioni”, si potrà vedere come il numero dei programmi supportati sia aumentato considerevolmente rispetto alla versione “standard”.

La pulizia di queste nuove voci viene eseguita sempre nella stessa maniera spuntando, cioè, le opzioni di proprio interesse e cliccando sul pulsante “Avvia pulizia”.

Nel caso in cui si volesse riportare CCleaner alla situazione di default, ovvero prima che fossero aggiunti i vari programmi, è sufficiente avviare CCEnhancer prestando attenzione ad uscire anche da CCleaner e cliccare sulla voce Funzioni selezionando “Elimina le definizioni personalizzate”.

In questo modo, CCleaner, verrà ripristinato alle condizioni originali.

Attenzione: per un corretto funzionamento di CCEnhancer è necessario che sia installata la versione 3.5 o superiore di Microsoft .NET Framework.

Compatibile con Windows XP/Vista/7/8

CCEnhancer

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek