Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Firefox e Chrome: capire quali estensioni rallentano e come avviare i browser in modalità provvisoria

venerdì 11 ottobre 2013


Una delle caratteristiche principali di Firefox e Chrome è sicuramente la possibilità di installare componenti aggiuntivi che consentono di aumentare, migliorare ed integrare le prestazioni dei browser. Spesso però, tali estensioni, sono causa di rallentamenti a livello di avvio e di caricamento delle pagine Web. In questo post vedremo come capire chi causa i rallentamenti e come avviare i due browser in modalità provvisoria.


Mozilla Firefox
Al fine di verificare quali estensioni rallentano Firefox è necessario installare il componente aggiuntivo about:addons-memory.

Terminata la classica procedura, nella barra degli indirizzi, digitiamo la seguente istruzione dando poi l’invio:

about:addons-memory 

Nella pagina visualizzata saranno elencati tutti i componenti aggiuntivi installati e, per ognuno di essi, sarà possibile verificare, alla voce “Usage”, la quantità di memoria utilizzata.

Le estensioni che avranno un maggior consumo di quest’ultima saranno anche quelle che potrebbero causare il rallentamento e sarà quindi possibile decidere se disabilitarle o rimuoverle.


Google Chrome 
Con Chrome, per verificare quali estensioni potrebbero rallentare il browser, è necessario ricorrere al Task Manager integrato.

Al fine di richiamarlo basta spostarsi sul menu “Strumenti” oppure premere la combinazione di tasti “Shift + Esc”.

Nella colonna “Memoria” vengono visualizzati gli add-on installati nonché la memoria occupata.

Anche in questa situazione, come per Firefox, è possibile ridurne il consumo rimuovendo o disabilitando quelli non utilizzati.


La “Modalità provvisoria” 
Per capire effettivamente quanto le estensioni possano incidere sulla velocità del browser è sufficiente avviarlo in modalità provvisoria. Tale modalità disabilita tutti i componenti aggiuntivi presenti lanciandolo come fosse stato appena installato.

Mozilla Firefox 
Clicchiamo sul menu “Aiuto” e, quindi, selezioniamo la voce “Riavvia disattivando i componenti aggiuntivi”.

Google Chrome 
Usciamo dal browser se in esecuzione, clicchiamo sull’icona di avvio con il tasto destro del mouse e, nel menu contestuale, selezioniamo la voce “Proprietà”.

Dalla finestra che verrà aperta, nella scheda “Collegamento”, identifichiamo il campo “Destinazione” e digitiamo subito dopo la scritta “\chrome.exe” la seguente istruzione senza virgolette:

--no-extensions” (attenzione che sia presente lo spazio prima delle due linee).

Confermiamo le modifiche apportate cliccando sul pulsante “Applica” e, quindi, sul pulsante “OK”.

In questo modo, Chrome, verrà eseguito in modalità provvisoria con tutte le estensioni disattivate.

Chiaramente, per ripristinare il tutto, sarà necessario modificare nuovamente il campo “Destinazione” rimuovendo il comando aggiunto precedentemente.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek