Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Guida a liberare spazio sul disco fisso rimuovendo gli aggiornamenti non necessari di Windows 7

sabato 12 ottobre 2013

Quando vengono scaricati ed installati gli aggiornamenti, Windows, mantiene all'interno della cartella “WinSxS” una copia dei files modificati oppure sostituiti al fine di permettere all’utente la disinstallazione di qualsiasi update applicato. Con il passare del tempo però, nella cartella “WinSxS”, rimangono vecchissime versioni di files di sistema inutilizzate. Con l’ultimo aggiornamento periodico, Microsoft, ha integrato una nuova funzionalità per la rimozione di questi files consentendo così di recuperare diversi Gb dal disco fisso.


Premessa 
Stiamo riferendoci all'aggiornamento KB2852386 rilasciato in data 8 Ottobre 2013. Se siete assolutamente sicuri che il sistema operativo è stabile e, di conseguenza, non avete alcuna necessità di disinstallare uno o più aggiornamenti è possibile utilizzare la nuova funzionalità introdotta.

L’aggiornamento è installato? 
Per verificare che l’aggiornamento che ha introdotto il tool sia effettivamente installato è sufficiente digitare nella casella “Cerca programmi e files” in Windows 7 la keyword “Windows Update” (ovviamente senza virgolette) e, quindi, cliccare sul link “Visualizza cronologia aggiornamenti”.

Se nell'elenco figura la patch “KB2852386” significa che è stata installata con successo ed utilizzabile.


Rimozione dei files dalla cartella “WinSxS” 
Terminata questa verifica dobbiamo digitare, sempre nella casella “Cerca programmi e files”, la keyword “pulizia disco” (anche in questo caso senza virgolette) dando poi l’invio.

Verrà aperta una finestra in cui dovremo selezionare l'unità in cui è installato Windows 7 cliccando, per proseguire, sul pulsante “OK”.

Terminata la scansione iniziale dovremo quindi cliccare sul pulsante “Pulizia file di sistema”.

A questo punto, Windows, ripeterà la scansione verificando anche lo spazio occupato dal contenuto della cartella di sistema “WinSxS”.

Finita l’analisi, scorrendo l'elenco “File da eliminare”, troveremo una nuova voce denominata “Pulizia di Windows Update” riportante a fianco lo spazio occupato dai files e recuperabile.

Cliccando sul pulsante “OK” inizierà la procedura di pulizia richiedendo, se necessario, il riavvio del sistema operativo.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek