Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

uProxy: Google bypassa la censura con un Proxy

lunedì 4 novembre 2013

La libertà di stampa e di informazione è un diritto di qualsiasi persona (articolo 21 della Costituzione) ma purtroppo non tutti possono averlo. uProxy è stato progettato e sviluppato presso l’università di Washington ed è stato presentato attraverso “Google Ideas”. Si tratta di un’estensione per Firefox e Chrome che installa un Proxy anti censura all’interno del browser.


Abbiamo sentito o letto tutti che spesso, i Governi di molti Paesi, impongono una censura alla Rete perché vogliono nascondere o non fare sapere alle persone la realtà (tipico esempio sono la Cina e la Corea del Nord).

Tale situazione è assolutamente insostenibile e quindi, a dare un aiuto al diritto di informazione nonchè all’abolizione delle varie censure che si possono incontrare in Rete, entra in gioco il colosso di Mountain View annunciando uno strumento in grado di abbattere tali barriere.

Per il momento, uProxy, è in fase di “test privato” ed a sorgente chiuso ma quando verrà presentato diventerà opensource per permettere a chiunque di capirne il funzionamento.

Il punto di forza del Proxy sarà la semplicità in quanto, come già anticipato, sarà un’estensione per i browser Firefox e Chrome ed avrà una configurazione quasi immediata.


Da notare che l’add-on sarà in grado di fare da tunnel tra due persone di Paesi diversi ma non anonimizzerà il loro traffico come, ad esempio, è in grado di fare TOR.

Per concludere, a fine post, trovate il link per collegarvi a uProxy “sito”.

Per curiosità, abbiamo provato a connetterci ad un portale bloccato in Italia riuscendo a bypassare la censura applicata velocemente e senza problemi.

uProxy

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek