Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Firefox 29 Australis: ecco tutte le novità della nuova release

venerdì 2 maggio 2014

Il nuovo Firefox Australis cambia completamente grafica ed impostazione dello schermo semplificando l'aspetto della finestra e la gestione delle funzioni. Il cambiamento però non si limita solo alla forma esteriore perchè, anche "sotto il cofano", sono stati apportati miglioramenti.

La nuova interfaccia permette di migliorare l'aspetto complessivo di Firefox. Le linee sono più "pulite", il menu è stato spostato sulla parte destra prendendo spunto da Chrome ed il suo contenuto è personalizzabile trascinando le diverse icone dentro e fuori dal riquadro a scomparsa.

Sempre nello stesso menu si possono inserire scorciatoie agli add-on installati alleggerendo così la barra degli strumenti. Anche la gestione dei segnalibri è stata semplificata rendendola più intuitiva.


Per quanto riguarda i miglioramenti "sotto il cofano" troviamo novità importanti relativamente ai contenuti in Rete: WebRTC, le API Gamepad, le API Web Audio con il supporto al sonoro direzionale nonchè la sincronizzazione.

Sync, infatti, è stato sostituito da "Firefox Account" e tale sistema è stato finalmente reso più "user-friendly" per sincronizzare schede, segnalibri e quant'altro tra le varie sessioni del browser installate sul PC e sui dispositivi mobili.

Il processo che ha portato allo sviluppo ed alla grafica definitiva di Australis è dovuto alle esigenze degli utenti.

La disposizione delle icone, la nuova gestione dei segnalibri, la dimensione delle singole schede che visualizzano più testo sono tutti aspetti influenzati dai diversi feedback ricevuti.

Chi desiderasse scaricare la nuova versione di Firefox Australis può eseguire la procedura direttamente dalla sezione dedicata ai browser del nostro blog.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek