Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

Le possibili cause della rottura del disco fisso

sabato 13 dicembre 2014

Le componenti hardware sono tutte soggette ad usura ma l'eventuale rottura del disco fisso può rivelarsi devastante in quanto, il rischio, è quello di perdere gran parte dei dati salvati. Di seguito proponiamo una lista dei possibili sintomi che possono fare capire se il disco fisso è quasi arrivato alla fine della propria vita.

In linea di massima, al fine di preservare il buon funzionamento nonchè lo stato della salute del disco fisso, è possibile mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti che, sebbene banali, possono prolungarne la vita:

  • garantire una buona aerazione all'interno del case 
  • evitare botte e/o scossoni al case 
  • evitare sbalzi di corrente 

Files danneggiati 
Può capitare di trovarsi di fronte ad un file danneggiato provocato da uno spegnimento improvviso dovuto ad un calo di tensione oppure causato da un errore di un software con cui stava interagendo. Può essere il primo segnale di attenzione nel caso in cui i files lo siano sempre più frequentemente.

Calo delle prestazioni 
Il calo delle prestazioni in lettura e scrittura può essere normale in quanto è sinonimo che lo spazio libero nel disco fisso sta per esaurirsi. Se si ha però modo di escludere tale situazione anche questo caso può essere un segnale che il disco fisso inizia ad avere problemi.

Settori danneggiati 
I settori danneggiati sono di due tipi:

  1. fisici, dovuti essenzialmente a difetti di fabbricazione o forti colpi subiti dal disco fisso (non riparabili) 
  2. logici (riparabili) 

Sebbene i settori logici possono essere riparati il loro aumento anomalo può essere causa di malfunzionamenti anche gravi in quanto possono verificarsi perdite o mancati accessi ai dati memorizzati.

Rumori 
E' normale che, di tanto in tanto, il disco fisso emetta qualche rumore in quanto composto da parti meccaniche in continuo movimento. Se il rumore persiste però è sinonimo di danneggiamento grave.

Temperatura elevata 
Ultima situazione che può essere causa di rottura (in questo caso non del disco fisso ma dell'intero computer) è l'aumento della temperatura. Uno sviluppo eccessivo di calore infatti può portare a bruciare i componenti attigui al disco fisso fermando così tutto il PC.

In conclusione, per essere sicuri di evitare la perdita di dati, è sempre consigliabile eseguire backup periodici su dispositivi esterni ed una clonazione del disco fisso comprensiva delle partizioni.

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek