Condizioni d'uso, diritti d'autore, disclaimer e commenti. Leggi il regolamento >>

RedPhone Private Calls: un'applicazione per criptare le telefonate su Android

mercoledì 4 marzo 2015

La quantità di informazioni personali che vengono inviate in Rete ogni giorno utilizzando gli smartphone sono moltissime. A tanti, proteggere la propria Privacy, può anche non interessare e viene messa in secondo piano dando il consenso a gestori e motori di ricerca di trattare e divulgare i propri dati ma, ad altre persone, questa situazione potrebbe non andare molto a genio.

Oltre alle applicazioni dedicate alla messaggistica sicura (vedi Telegram) ne esistono altre che consentono di effettuare chiamate criptate, mediante crittografia "end-to-end" e quindi non intercettabili da terzi.

Tra queste troviamo RedPhone Private Calls, sviluppata da WhisperSystems, una società che si occupa di sicurezza mobile.

Terminata l'installazione, al primo avvio, è necessario registrare il numero di telefono. Finito questo passaggio l'applicazione sarà pronta per essere utilizzata.

La crittografia, come già accennato ad inizio post, è del tipo "end-to-end" il che significa che i dati della telefonata vengono criptati dal dispositivo iniziale fino a quello finale ed eventuali terzi non hanno modo di intercettare e decriptare la conversazione (chiaramente tutti gli interlocutori devono avere installata l'applicazione).

Infine l'applicazione è open source e di conseguenza è possibile visionare ed analizzare il codice sorgente, disponibile a questo indirizzo, al fine di verificarne la sicurezza.

RedPhone Private Calls

"Consigliamo, prima di utilizzare software che potrebbero modificare la configurazione del sistema operativo, di creare un’immagine del disco fisso ed eseguire un backup dei dati"

Nessun commento:

Posta un commento

L'archivio di TechnoGeek